Alcuni esempi del nostro approccio

Come abbiamo affrontato e risolto alcune richieste particolarmente significative

Anno:
2010

Problema che lamentava il Cliente:
Impianti tradizionali di grandi dimensioni e soprattutto poco accessibili da un punto di vista manutentivo.

Vantaggi per il Cliente:
Linea estremamente accessibile, ingombri ridotti, pulizia e facilità di manutenzione, installazione semplificata in termini di tempi e costi.
Descrizione Progetto:

Prima dell’intervento di TÈAS, la principale problematica sulle linee di formazione di serpentine per condensatore erano le notevoli dimensioni che poteva raggiungere la tavola rotante di supporto al gruppo di piega, che da sempre rendeva poco pratiche e accessibili tali tipologie di impianti produttivi.

Su richiesta specifica da parte di un Cliente particolarmente sensibile a tale problematica, grazie alla nostra metodologia Soft Clusters® ed all’approccio HEAD®, è stata studiata e realizzata una soluzione innovativa e dedicata.

Abbiamo sostituito la tavola rotante con un più agile carrello rotante di supporto al gruppo di piegatura.

In tal modo sono stati ridotti gli ingombri, semplificando la macchina e rendendola assolutamente accessibile da tutti i lati. Il Cliente ha così avuto il vantaggio di poter fare affidamento su un prodotto, oltre che di qualità garantita, anche estremamente facile da mantenere. A detta del personale dello stabilimento pilota del Cliente, tale impianto viene lasciato sempre in coda alla lista degli interventi periodici in quanto “non causa mai alcun problema”.

Se pur secondari, non trascurabili sono, poi, gli aspetti legati alla facilità e velocità di installazione e trasporto, fonte di risparmio in termini di tempi e costi.

A partire da tale realizzazione si sono aperti diversi fronti di lavoro in un Workshop a cui TÈAS è stata invitata a partecipare, mirati proprio ad individuare come poter migliorare impianti che, seppur affidabili, sono critici da un punto di vista manutentivo, ad esempio per la bassa accessibilità, come in questo caso specifico.

B55.0161.00.SLDASM

Prima--pianale tavola rotante

ELU100.B76.0100.00.SLDASM

Dopo--Linea piegatura condensatore

3-Old–Condenser-bending-line-with rotary-table-(front)

Prima--Linea piegatura condensatore con pianale tavola rotante - Fronte

4-New–Condenser-bending-line-(front)

Dopo--Linea piegatura condensatore (fronte)

5-Old–Condenser-bending-line-with rotary-table-(side)

Prima--Linea piegatura condensatore con pianale tavola rotante - Lato

6-New–Condenser-bending-line-(side)2

Dopo--Linea piegatura condensatore

Anno:
2009

Problema che lamentava il Cliente:
Costi elevati di gestione e continuo adeguamento degli impianti di taglio tradizionale (a matrice e punzone o taglio con frese) per far fronte alla grande e frenetica varietà di modelli richiesta dalla progettazione prodotto.

Vantaggi per il Cliente:
Sistema integrato estremamente flessibile, con abbattimento totale dei costi di gestione e modifica impianto.

Descrizione Progetto:

La tendenza di design e le conseguenti strategie di marketing nel campo della refrigerazione, soprattutto ad uso domestico, hanno portato a partire dagli anni 2000 ad un uso sempre più massivo di materiali plastici per la produzione delle celle interne frigo/freezer, in una moltitudine di forme e colori.

Per far fronte a tale tendenza, è andata di pari passo aumentando la necessità, prima progettuale e poi produttiva, di effettuare sulle celle termoformate una quantità sempre maggiore di fori per numero e varietà di geometria.

Tali fori sono infatti utilizzati sia a livello strutturale per supportare tutti i componenti di fissaggio che per permettere la più efficiente canalizzazione termica atta a garantire alte classi energetiche.

Inoltre le esigenze di marketing e le strategie commerciali spingono costantemente i grandi gruppi a dover prevedere la produzione di un ampio range di modelli diversi e doverne inoltre introdurre di nuovi con sempre maggior frequenza, aumentando il numero complessivo delle possibili varianti.

Sul finire del primo decennio del nuovo millennio, più tale tendenza raggiungeva punti di esasperazione più i sistemi di taglio tradizionale si mostravano incapaci di far fronte in modo opportuno le necessità produttive.

I limiti dei sistemi di taglio meccanico (matrice/punzone e frese) si ritrovavano nella bassissima flessibilità (soprattutto i sistemi a matrice punzone sono per definizione a zero flessibilità in quanto dedicati al singolo modello) e nei costi elevati di esercizio (consumo utensili di taglio) ed adeguamento per l’introduzione di nuovi modelli.

Inoltre i sistemi tradizionali, in quanto dedicati, richiedono numerose macchine di taglio per la moltitudine di modelli da processare e di conseguenza uno spazio non sempre disponibile in stabilimento.

Dalla sinergia tra la conoscenza specifica del prodotto/processo nel campo del freddo di TÈAS Bianco e la conoscenza approfondita della tecnologia di taglio TÈAS Laser è stato quindi sviluppato un sistema integrato e rivoluzionario capace di far fronte, a costo zero, alle frenetiche necessità della progettazione prodotto del Cliente.

Quello realizzato da TÈAS è pertanto un sistema integrato e completo che prevede una sorgente laser CO2, il cui raggio viene condotto mediante un braccio articolato fino ad una testa di taglio movimentata da un robot antropomorfo. Il completamento del sistema a livello di integrazione prevede anche una cabina di protezione con relativo sistema di aspirazione ed evacuazione sfridi.

Con il sistema integrato di taglio laser sviluppato da TÈAS, il Cliente è in grado di produrre autonomamente qualsiasi nuovo modello di cella semplicemente modificando a livello software il ciclo di lavoro della macchina.

Tutti i fori vengono memorizzati in un database per forma e posizione (valori parametrizzati) e richiamati in modo semplice all’interno del ciclo di lavoro specifico.

In sostanza, un unico sistema flessibile, integrato e programmabile a lotti per produrre tutta la gamma necessaria di modelli.

A fronte dell’investimento iniziale per il sistema, i benefici ottenuti in tal modo da parte del
Cliente sono stati rivoluzionari nel campo in termini di:

1) flessibilità;
2) abbattimento totale costi di gestione (niente più spese per consumo di punzoni, frese di taglio, etc…) grazie ai costi nulli di gestione di un sistema di taglio laser;
3) abbattimento dei costi di modifica e adeguamento sistemi di taglio tradizionali meccanici per poter processare nuovi modelli di cella.

ELU252.C22.1200.00.SLDASM

Sistema laser completo

ELU252.C22.1210.00.SLDASM

Laser - Robot, braccio e sorgente